CROSTATA DEL VIGNETO

Ciao a tutti! L’autunno è ufficialmente iniziato per cui non facciamoci cogliere impreparati ed utilizziamo ciò che questa stagione ci offre. Oggi, in ispirazione al luogo, un vigneto, e appunto seguendo la stagionalità, ho pensato ad un dolce con l’uva e ad una crema che potesse sposarsi bene con questo frutto: la “Crostata del vigneto”.
É così composta: base di pasta frolla, strato sottile di Pan di Spagna con bagna al Marsala e crema allo zabaione, che ho scelto proprio perché prevede l’utilizzo del vino. Sopra è decorata con dell’uva fresca e menta.
Ma vediamo subito la ricetta!

Crostata del vigneto
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la Crostata del vigneto:

Per uno stampo di 20 cm di diametro

Per la pasta frolla:

  • 300 g farina 00
  • 150 g burro
  • 1 pizzico di sale
  • 3tuorli
  • 110 g zucchero a velo
  • mezzo baccello vaniglia (oppure la scorza grattugiata di mezzo limone biologico)

Per la crema allo zabaione:

  • 4 tuorli
  • 20 g amido di mais (maizena)
  • 100 g zucchero
  • 100 g vino Marsala
  • mezzo baccello di vaniglia
  • 15 gamido di riso
  • 4 ggelatina in fogli (da ammollare in 20 g di acqua)
  • 240 glatte fresco intero

Per il Pan di Spagna:

Per decorare:

  • q.b.uva fresca
  • foglia di menta

Preparazione della Crostata del vigneto:

Per la pasta frolla:

  1. burro e zucchero a velo

    In una terrina capiente inserire il burro ( che deve essere a temperatura ambiente ), lo zucchero a velo, il pizzico di sale, i semi del baccello di vaniglia o la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato. Amalgamare bene burro e zucchero.

  2. aggiungere la farina

    Aggiungere a filo i tuorli ed amalgamare, poi versare la farina tutta in una volta, impastando velocemente fino ad ottenere una pasta omogenea.

  3. PASTA FROLLA

    Far raffreddare la pasta frolla in frigorifero per circa due ore coperta con della carta forno.

Per la crema allo zabaione:

  1. tuorli e zucchero

    Mescolare tuorli, zucchero e semi di mezzo baccello di vaniglia.

  2. crema allo zabaione

    Aggiungere anche gli amidi, meglio se setacciati e montare il tutto con le fruste elettriche.

  3. latte e marsala per crema allo zabaione

    Far sfiorare il bollore a latte e marsala, mescolando di tanto in tanto.

    Non preoccuparsi se la miscela assumerà un “aspetto strano”.

    Nel frattempo ammollare la gelatina in acqua fredda, deve essere completamente immersa (lasciarla circa 10 minuti).

  4. Versare il composto di tuorli e non mescolare:aspettare che prenda il bollore al centro, come si vede in foto.

  5. crema allo zabaione per la crostata del vigneto

    A questo punto mescolare velocemente con una frusta per pochi istanti, il composto si rapprenderà in breve tempo.

    Togliere dal fuoco.

  6. Portare la crema a 60°C, aiutandosi con un termometro, aggiungere la gelatina precedentemente ammollata e strizzata e mescolare bene.

  7. crema allo zabaione per crostata del vigneto

    Trasferire in una pirofila ben fredda, coprire con pellicola e far raffreddare in frigo.

Assemblaggio della Crostata del vigneto:

  1. Stendere la pasta frolla su di uno stampo o un anello precedentemente imburrato. Creare sia la base della crostata sia i bordi che devono essere abbastanza alti, circa 3 cm.

    ( Se lo stampo è più o meno di quell’altezza sarà molto più semplice, basterà ricoprire tutti i bordi e tagliare l’eccesso con un coltello a lama liscia, il risultato, in questo modo, sarà ancora più preciso) .

    Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.

    Far raffreddare in frigo per mezz’ora e nel frattempo preriscaldare il forno a 180°C in modalità statico.

    Trascorso il tempo necessario cuocere in forno per circa 30 minuti.

  2. É consigliabile isolare la frolla con del cioccolato bianco fuso.

  3. assemblaggio  crostata del vigneto

    Versare un primo strato sottile di crema sulla base.

  4. Inserire un sottile strato di Pan di Spagna dal diametro di circa 16 cm e fare una leggera pressione.

  5. Bagnare con la bagna al Marsala (realizzata portando a bollore acqua e zucchero, raffreddati ed aggiunto il Marsala).

  6. Ricoprire con la restante crema e livellare bene.

  7. Crostata del vigneto

    Disporre l’uva tagliata a metà, io l’ho disposta a raggiera, invertendo ad ogni “giro” la direzione degli acini d’uva.

  8. Crostata del vigneto

    Ultimare con della menta fresca…

  9. …e se si gusta nel “posto madre” della materia prima è ancora più buona!

La Crostata del vigneto è pronta per essere servita. Mi fa pensare alla vendemmia di un’epoca ormai passata, quando la raccolta dell’uva veniva fatta a mano in un’atmosfera allegra e conviviale con il profumo inconfondibile di mosto che si diffondeva nell’aria come nel film “Il Profumo del mosto selvatico“.

Da Apicella, il profumo del vino selvatico - Ritmodivino.it 

Mi farebbe piacere vedere le foto delle vostre crostate e se volete, le condividerò sulle mie storie di Instagram, mi trovate come @anitaletizi.

Alla prossima!

Altre crostate:

CROSTATA ALLA CONFETTURA DI ALBICOCCA

CROSTATA AMALFITANA

CROSTATA AL PISTACCHIO

TORTA DELLA NONNA

QUASI DOLCE

TORTA AUTUNNO (pasta frolla e frangipane)

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da anitaletizi

Mi chiamo Anita Letizi, classe 2001, marchigiana, diplomata in pasticceria. Amo il vintage, soprattutto gli anni '50. Sul blog scrivo ricette e pensieri (Blog di Anita Letizi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.